Archivio per Categoria Attualità

DiAvv. Luigi Ferrajoli

La fiscalità indiretta degli agriturismi

L’attività agrituristica rientra, di norma, tra le attività connesse a quella agricola, purché sussista il rapporto di connessione con la coltivazione del fondo, silvicoltura o allevamento di animali stabilito dall’art. 2135 c.c..

Leggi tutto

DiAvv. Luigi Ferrajoli

Il regime IVA dei Consorzi di tutela

La natura giuridica dei Consorzi di tutela, come contemplata dal codice civile e specificata dalla normativa comunitaria, ha spesso originato problemi di univoca interpretazione dei connessi profili fiscali, con specifico riferimento al regime IVA applicabile.

La questione, invero, trae origine dalla doppia anima del Consorzio che, da un lato, agisce verso l’esterno in rappresentanza delle imprese consorziate e, dall’altro, retrocede alle aziende associate i risultati delle operazioni realizzate.

Leggi tutto

DiAvv. Luigi Ferrajoli

Le insidie nella vendita e-commerce di vino biologico

Dopo l’entrata in vigore del Regolamento Europeo 203/2012, la conversione di molte cantine nazionali alla produzione di vino biologico ha consentito di cogliere importanti opportunità di espansione offerte dal mercato di settore, ponendo tuttavia – anche alla luce del contemporaneo sviluppo di canali di vendita alternativi a quelli offline – una serie di problematiche connesse all’adozione di efficaci strategie di presenza sul web, nel rispetto della variegata e frammentata normativa di riferimento e s

enza trascurare la necessaria difesa del Brand e del know-how d’impresa.

Prima del 2012, la certificazione biologica era prevista solo per le uve e infatti l’unica dicitura consentita era “vino ottenuto da uve biologiche”. La norma comunitaria del 2012 ha, invece, introdotto una definizione più estesa e tecnica di “vino biologico”. Leggi tutto

DiAvv. Luigi Ferrajoli

Le questioni di etichetta: il bilanciamento tra gli interessi del consumatore e la sostenibilità dei connessi oneri aziendali

Il D.lgs. 15 settembre 2017, n. 145, ha introdotto l’obbligo in Italia di indicazione sull’etichettatura dei prodotti alimentari pre-imballati della sede e dell’indirizzo dello stabilimento di produzione o, se diverso, di quello ove avviene il confezionamento.

Il provvedimento, pubblicato in gazzetta ufficiale il 7 ottobre scorso e che esplicherà la sua piena efficacia il 5 aprile 2018, ha previsto un periodo transitorio di 180 giorni per consentire agli Operatori del Settore Alimentare lo smaltimento delle etichettature già stampate e applicate ai prodotti immessi in commercio.

La norma in commento – concepita per ampliare le garanzie informative del consumatore e abbreviare i tempi di risposta in caso di crisi alimentare – ha suscitato non poche polemiche per l’asserita reintroduzione di un obbligo superato dall’organica disciplina della materia a suo tempo introdotta dal Regolamento UE n.1169/2011.

Leggi tutto

DiAvv. Luigi Ferrajoli

OCM Vino, approvato il Decreto per gli investimenti per la promozione dei prodotti europei

Con il Reg. CE n. 1308/2013 è stata introdotta la possibilità per ogni Stato membro di presentare alla Commissione – previa consultazione delle Autorità e delle organizzazioni competenti – un programma quinquennale, elaborato a livello territoriale, di sostegno alla produzione del vino.

Detti piani devono contenere una dettagliata descrizione delle misure proposte, la quantificazione dei relativi obiettivi e lo scadenzario di attuazione delle necessarie misure, indicando, al contempo, una tabella finanziaria generale che evidenzi l’ammontare complessivo delle risorse da stanziare e la loro ripartizione. Leggi tutto

DiAvv. Luigi Ferrajoli

Limiti e prospettive dell’e-commerce del Food&Grocery

L’e-commerce business to consumer, secondo Netcomm, il Consorzio del commercio elettronico italiano, è in forte espansione nel nostro Paese, in ragione della crescente propensione delle famiglie italiane allo shopping online.

Dal 2014 al 2016, il numero degli acquirenti sul web è cresciuto del 26%, grazie alle iniziative di interazione tra canale fisico ed online e alla contestuale crescita di comparti di nicchia, tra cui l’arredamento ed i suoi complementi, l’abbigliamento, le calzature, gli accessori per la persona e, per l’appunto, l’agroalimentare. Leggi tutto